Associazione culturale e di rievocazione storica Gallica

Home

Chi siamo

Attivita'

Articoli

Eventi

Links

Conttataci

 

 

     Articolo  in  Pag. 1-2--4-5-6-7     

la tomba di

Hochdorf è attualmente l'esempio più completo e studiato delle sepolture principesche.

In prossimità di questi tumuli si svolgevano gli scambi commerciali e vi erano spesso le botteghe degli artigiani più abili, la conseguenza di ciò portò alla creazione di veri e propri insediamenti.

Tali insediamenti risalenti alla prima età del ferro, soprattutto nella zona hallstattiana centro occidentale sono di due tipi, agglomerati fortificati situati su alture e stanziamenti rurali aperti, entrambi mostrano una continuità con gli agglomerati urbani passati senza mostrare influenze dovute al contatto con le civiltà del mediterraneo, per lo meno quasi tutti, vi sono insediamenti isolati quali quello di Heuneburg, in cui le innovazioni e le influenze sono evidenti, vi sono dieci costruzioni riguardanti le fortificazioni, fra culle mura, in mattoni crudi a bastioni quadrangolari ispirate al modello greco-siciliano.

 Heuneburg era il punto in cui i traffici, partiti dal Mediterraneo attraverso il corridoio del Rodano, o dall'Italia lungo l'altopiano svizzero, raggiungevano l'asse fluviale del Danubio.

La maggior parte delle costruzioni sono quasi completamente in legno, la pietra è utilizza prevalentemente per i paramenti delle mura; le costruzioni presentano un’ossatura di pali verticali che formano una pianta rettangolare, con dimensioni che possono raggiungere parecchie decine di metri di lunghezza.

Le tecniche di lavorazione del legno avevano raggiunto livelli elevati già dal millennio precedente, quindi non si deve pensare a costruzioni brutte e scomode come spesso si è portati a credere; le case degli insediamenti fortificati che si ispirano ad un modello mediterraneo non sono molo diversi da quelle in ambito rurale, tranne che nel caso di Heuneburg, dove c’è una particolare attenzione agli spazi, con abitazioni da ambo i lati circondate da viuzze rettilinee.

Le abitazioni non mostrano differenze per cui si possano distinguere edifici atti all’attività artigianali o con funzioni abitative, così come non stabiliscono una gerarchia sociale; le dimensioni variano ma non vi sono altre tracce che indichino lo stato sociale dell’occupante, anzi è probabile che il principe vivesse al di fuori della fortificazione, a testimonianza di ciò ci sarebbero i resti di una residenza fortificata  Giessubel-Talhau nel tumulo 4, a poche centinaia di metri dalla fortezza di Heuneburg.

Tale residenza era composta da tre grandi stanze allineate, di cui le due laterali a pianta quadra con lato di otto metri e ingresso coperto, mentre la sala centrale di forma rettangolare con lati di 8,2 per 11,3 metri apparentemente più elevata in quanto subito sotto la trave di colmo, era preceduta da una galleria aperta che prendeva la metà delle due stanze laterali, da ciò si evince che si volesse evidenziare l’importanza della stanza centrale utilizzata probabilmente come sala delle cerimonie e dei banchetti.

Gli insediamenti rurali si differenziano per l’insieme abitativo più libero, composti di parecchie unità abitative che si possono considerare villaggi e case isolate che prendono il nome di case coloniche.

Va detto che la tipologia di abitazione non si distingue da quelle degli insediamenti fortificati.

 

 

Progetto di rievocazione storica Germanica di cui fa parte anche il Nemeton Ruis

 

 

 

 

News:  Le mummie di Acy-Romance

 

 

News:

L' utilzzo della frombola

 

 

 

 

 

 

 

  

Associazione culturale Nemeton Ruis Popolo del Sambuco - Sede legale: Cinisello Balsamo (Mi) CAP: 20092 - Via XXV aprile, 235 - C.F. 94601920153